#50 sfumature di lagaccio – ai semi di anice

Finalmente una ricetta con un impasto che mi soddisfa. Non so il gusto perché non li ho ancora assaggiati, ma mi sento di poter dire che finalmente ho trovato la ricetta che più mi convince per realizzare i lagaccio.

Estrapolata da qui, quasi senza revisioni, se non per l’utilizzo del Bimby e una lieve diminuzione di quantitativo di PM, dovuto al fatto che… Ehm! Non ne avevo più! ^_^’

300gr farina Petra 1
300gr farina Molino Rossetto W400
120gr pasta madre
100+25gr acqua
150gr burro
150gr zucchero
1 cucchiaio di semi di anice
1 pizzico di sale vanigliato

Ho sciolto la Iole in 100 gr di acqua + 25 di zucchero e aggiunto parte della farina. Una parte troppo cospicua, forse, perché l’impasto era secchissimo. Beh, pazienza, mi son detta. E giù ad aggiungere gli ultimi 25 gr di acqua con l’altra parte di zucchero. Ho poi messo il burro a tocchetti, i semi di anice e alla fine fine il sale. L’impasto era appiccicosetto il giusto; l’ho appallottolato e riposto in un contenitore di plastica nel forno chiuso per un’oretta.

Dopodiché, cresciuto poco, l’ho diviso in due pallotti che ho poi steso in forma di filoncini, a loro volta chiusi nel forno a lievitare per 6 ore.

Gli impasti divisi
Gli impasti divisi
I filoncini
I filoncini

Anche loro non mi sembravano granché cresciuti (anzi: mi sembravano solo un po’ sfrittellati sulla teglia e quasi identici di dimensioni, quindi temevo la sola galattica), però mi son fidata della ricetta e della precedente esperienza sovralievitata a causa della quale mi ero mangiata pietraccio (la variante litica dei lagaccio) per un mese; ho quindi infornato e fatto cuocere nel ripiano più basso del forno a 180° per tre quarti d’ora. Ho lasciato raffreddare per dodici ore.

Dopo la prima cottura e il sezionamento
Dopo la prima cottura e il sezionamento
I biscotti pronti per la seconda cottura
I biscotti pronti per la seconda cottura

Al mattino, armata di coltello, ho tagliato diagonalmente le fette, più o meno considerando uno spessore di un centimetro (quelli che si comprano sono più spessi, ma io oh, come quelli che si comprano finora non sono mai riuscita a produrli) e ri-infornato a 200° per 10 minuti per lato. Ho usato il programma del forno grill che secondo me è molto diverso come comportamento rispetto al programma tradizionale come resa.

La teglia di lagaccio biscottati
La teglia di lagaccio biscottati
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...