Treccine dolci con esubero di pasta madre al caffè ginseng

Ricetta mutuata da qui e rivista come al solito per smaltire gli avanzi della dispensa.

180 gr di pasta madre non rinfrescata
150 gr di farina 00
70 ml di acqua
5 ml di liquore al caffè
1 bustina di caffè al ginseng liofilizzato
50 gr di zucchero di canna

Ho sciolto in acqua la bustina di caffè liofilizzato e quindi usato il mix assieme al liquore per stemperare la Iole. Ho quindi incorporato zucchero e farina e impastato fino a ottenere un panetto un po’ appiccicoso che ho lasciato a riflettere sui massimi sistemi. Quando l’ho ripreso, un’oretta dopo, mi ero ripromessa di fargli un giro di pieghe e mollarlo nuovamente in meditazione, ma nel mentre ho ricevuto una telefonata, mio marito mi ha chiamato di corsa per andare a vedere la scena finale di Dragon Age Inquisition e così mi son dimenticata del proposito originario e mi son messa a produrre le formine. C’era poco da fare, quindi: ho riposto i biscottini sulla teglia a lievitare e chiuso il tutto a forno spento per 4 ore in compagnia della fugassa.

A sera inoltrata, ho scaldato il forno a 200° e cotto per 15 minuti, previo spennellamento con un goccio di latte e granella di zucchero.

foto 1 foto 3

Nota: la treccina rimane molto soffice, ma dal momento che è senza burro e olio è pure un po’ gnucca. consiglio di tagliarla in due e farcirla con marmellata o crema.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...