Torta magica alle Rossana

Caramelle che mi richiamano l’infanzia e il cui aroma inconfondibile rende questa torta un miracolo di zucchero. Ricetta arrubata da qui.

100 g zucchero
4 uova
90 g caramelle Rossana (16)
1 cucchiaio acqua
100 g burro
115 g farina
1 pizzico di sale vanigliato
500 latte intero
1 cucchiaino aceto di mele
zucchero a velo q.b.

Accendere il forno a 160°, quindi sciogliere il burro a bagnomaria e lasciar raffreddare. Frullare e sciogliere le caramelle con metà latte, quindi integrare l’altra metà. Perché non sciogliere tutto assieme? Perché così le caramelle sciolte si raffreddano rapidamente e potete usare subito la cremina ottenuta! Quindi dividete il latte in due, mi raccomando.

Dividere le uova e montare da una parte gli albumi con il pizzico di sale e il cucchiaino di aceto (io non avevo limoni!) e dall’altra i tuorli con lo zucchero e il cucchiaio d’acqua finché non sono chiarissimi (almeno 5 minuti, dice la ricetta originale; io ci ho dato per una decina di minuti, tanto per essere sicura).

Aggiungere quindi all’impasto di rossi il burro sciolto, il latte, la farina e da ultimo integrare gli albumi. Si fa un po’ fatica perché il composto è super liquido, ma bisogna aver fiducia. Rivestire quindi una teglia (nel mio caso diametro 26) con carta da forno bagnata e strizzata e riversarvi il contenuto. L’oggetto cuocerà per 60 minuti.

Sfornare, attendere che la torta intiepidisca e riporre in frigo per qualche ora (nel mio caso, tutto il giorno). Spolverare infine con zucchero a velo e tagliare a quadrotti.

Commenti a caldo.

La torta ha avuto un successone, anche se c’è un ma. Grosso. Diciamo MA. MA non sa di Rossana! Ha un buon retrogusto, ma io le caramelle non ce le ho sentite e la prova del nove è stata proporla alla famiglia senza rivelare l’ingrediente segreto e alla domanda “qual è?” sentirsi rispondere “ricotta!”, “peperoni!”, “Svizzera!”. Nulla. Non s’è captato l’aroma abbastanza inconfondibile delle caramelle. La prossima volta tento con 100 grammi, 90 di zucchero e una teglia più piccola, come peraltro suggerito dalla ricetta originaria.

image image

Annunci

2 thoughts on “Torta magica alle Rossana

  1. Ciao! Grazie per aver provato la mia ricetta. Il commento non è che mi sia piaciuto tanto, fino a ricotta ci sto vista la consistenza, ma addirittura peperoni o svizzera mi sembra esagerato 😉 A parte che dalla foto vedo che hai usato uno stampo rotondo e grande e non si fa, per avere a pieno le consistenze ed il sapore lo stampo deve essere piccolo e quadrato o rettangolare! Comunque io il sapore delle Rossana l’ho sentito e come! Forse perchè sapevo che c’erano? Ma anche la mia famiglia che non lo sapeva! Booooo! Di nuovo grazie e buona giornata 🙂

    Mi piace

    1. Grazie a te per averla postata: la torta comunque è sparita in un lampo… : D
      Sicuramente lo stampo ha le sue responsabilità. Che dire: riproverò con quello piccolo rettangolare, come da te consigliato. Poi ti faccio sapere! Grazie della dritta, eniuei, e buone creazioni! : )

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...