Crostata con crema al caramello salato ricoperta di ganache al cioccolato e granella di pistacchi

Senta, ho firmato un contratto per un titolo lungo tre righe… Siamo a posto? / A posto.

Questo container di C? / Lo scarichi pure nelle tre righe, che una collocazione gliela troviamo.

Mischio assieme all’ammontare calorico di sei pasti completi dalla A allo Zinco? / Certo. Sia mai che perdiamo un etto.

Ok, una firmetta sulla liberatoria per il CNCiL Comitato Nazionale Carie in Libertà../ Eeeee, fatto. Possiamo iniziare.

Iniziamo col dire che la ricetta è venuta bene, ma secondo me potevo osare di più col sale. Così è buona. A oggi pomeriggio non c’è arrivata. Però… Chissà.

Detto questo, partiamo dalla ricetta originale, poi rivista come segue:

Per la frolla
300 g di farina
150 g di burro
80 g di zucchero
1 uovo
un pizzico di sale

Per la crema al caramello
200 g zucchero
200 g panna
1 stecca vaniglia
2 pizzichi sale vanigliato
40 g burro salato

Per la ganache al cioccolato
100 g cioccolato fondente
100 g panna

Per finitura
granella di pistacchio

Per la frolla, ho impastato col Bimby: 30 sec. vel. 5. Ho lasciato riposare per un giorno intero in frigo, ma sarebbe stata sufficiente mezz’ora. Ho steso l’impasto e cotto a 180° ventilato per i primi 20 minuti e altri 10 a 160°. Non ho messo i fagioli per la cottura a secco perché ho usato una di quelle teglie che cuociono la base della torta al contrario. Mi rendo conto che non è poi così chiaro, per cui link esplicativo!

Per la crema al caramello invece, alla prima ho bruciato tutto. In varie ricette avevo letto che era consigliabile non mescolare col cucchiaio, per cui ho lasciato sul fuoco e atteso. Non succedeva nulla e allora ho alzato la fiamma. Mi sembrava che fosse tutto a posto finché non mi sono messa a cazzeggiare su whatsapp… Quando ho rialzato lo sguardo il caramello aveva un colore troppo bruno e non mi son fidata a usarlo. Meglio buttar via due etti di zucchero e 10 minuti che una torta intera. Così l’ho rovesciato nel lavandino dove si è solidificato all’istante coagulando nel tappino dello scarico da cui è stato poi estremamente arduo ripulirlo senza l’ausilio di 48 bestemmie colorite e multipantheon. Quindi, primo tip: mettere la pentola col caramello bruciato sotto il lavandino e far scorrere abbondante acqua, lasciando lo scarico libero. Secondo tip: non bruciare il caramello!

Dopodiché, buona la seconda. Ho sciolto lo zucchero a fuoco medio e quando ha raggiunto un colore ambrato, ho incorporato la panna che avevo sotto bollore in un altro pentolino con la vaniglia e un pizzico di sale. Ho mescolato vigorosamente e lasciato raffreddare.

Lo zucchero appena messo sul fuoco; io ho usato una pentola da pasta
Lo zucchero appena messo sul fuoco; io ho usato una pentola da pasta
Il fuoco che ho usato alla seconda
Il fuoco che ho usato alla seconda
Lo zucchero quasi interamente caramellato
Lo zucchero quasi interamente caramellato
Lo zucchero ormai quasi del tutto sciolto e caramellato; da qui a poco ho aggiunto la panna
Lo zucchero ormai quasi del tutto sciolto e caramellato; da qui a poco ho aggiunto la panna
Con la panna
Con la panna

Infine ho sciolto il cioccolato al microonde: in due/tre tornate jet a 30 sec., ho raggiunto la corretta scioglitudine, incorporato la panna e amalgamato. La base mi si è un po’ sfasciata perché non ho fatto raffreddare la frolla prima di estrarla dal tegame. Comunque ho composto la torta versando la crema al caramello e facendo rassodare in frigo per mezz’ora, quindi ricoprendo con il cioccolato e la granella di pistacchio e riponendo in frigo per un paio di ore.

La base ricoperta con il caramello
La base ricoperta con il caramello
La torta finita con il secondo strato di cioccolato e granella
La torta finita con il secondo strato di cioccolato e granella
La fetta
La fetta
Il bite
Il bite godurioso
Annunci

3 thoughts on “Crostata con crema al caramello salato ricoperta di ganache al cioccolato e granella di pistacchi

    1. Grazie! In realtà ogni volta che mi cimento con il caramello faccio dei casini che la metà basta… ^_^’
      Comunque la torta è letteralmente evaporata; un po’ sofferta nell’esecuzione, ma tanto male alla fine non lo era… ; )

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...