Mousse avocioccado monoporzione Bimby (ma anche no)

Questa l’ho adocchiata giorni fa su Pinterest e ho deciso che DOVEVO provarla. Peccato che le dosi fossero in cups, il procedimento che mi intrigava di più prevedesse il latte di mandorle (che non ho e non avevo stamane il tempo di produrre) e che quindi alla fin fine io sia andata quasi completamente a tentoni nel realizzarla. A seguito di plurimi assaggi però penso di aver trovato la quadra: ne avrò conferma stasera quando sottoporrò il dolcetto a quell’antivegan del mio consorte.

Nell’attesa, lascio le mie impressioni a caldo. L’avocado si sente, ma non troppo. Non è vero, nel caso di questa ricetta che è come se non ci fosse, ma è senz’altro vero che si sente un retrogusto molto remoto e non fastidioso. È come se da qualche parte, nel fondo di questa preparazione cioccolatosa, qualcuno avesse infilato un cucchiaio di zucca. Per me non ci stroppia. Se poi aggiungiamo che a parte l’avocado, la cioccolata e lo sciroppo d’acero, non c’è molto altro… Mi sembra che sia un ottimo risultato.

[edit del post-cena] il marito ha trangugiato con complimenti. Tra un po’ mi diventerà paleocrudista.

Per una coppetta di mousse:

55 g cioccolato fondente

Semi di 1 bacca di vaniglia

1 avocado (200 g)

1 pizzico sale vanigliato

40 g sciroppo d’acero (così non viene dolcissima)

15 g cacao

Ho frullato il cioccolato a vel. 8 per 10 secondi col Bimby, sciogliendolo poi 3 min. a 50° vel. 3. Ho aggiunto i semini di vaniglia e riscaldato altri 3 min. a 50° vel. 3. Ho quindi inserito nel boccale sciroppo d’acero, avocado tagliato a pezzi, cacao e il pizzico di sale, frullando a vel. 6 in più riprese, fino a ottenere un composto omogeneo (un solo avocado nel boccale del Bimby ci naviga un po’: con una dose doppia secondo me si ottiene miglior risultato in metà tempo!).

 

Senza Bimby

Il procedimento senza Bimby si può serenamente iniziare al microonde: io di solito spezzetto la cioccolata in una coppetta di ceramica, la infilo a massima potenza per 30 sec. e lascio nel micro spento per 2 minuti. Poi apro, verifico la consistenza girando il composto con un cucchiaino e ripeto finché il cioccolato non è ben sciolto. A cioccolato sciolto, integro i semini di vaniglia e do un’altra energica girata. Frullo quindi l’avocado con un frullatore a immersione e amalgamo con cioccolato, sciroppo d’acero, pizzico di sale e cacao. Ritrasferisco nella stessa coppetta della cioccolata sciolta.

L’ideale secondo me sarebbe incoppettare (che sarebbe “impiattare” nella coppetta) con la sac à poche che rende sempre tutto più figo, ma chi ha il tempo alle 8 del mattino? Io no. Eccola quindi un po’ bruttina, ma pur sempre cioccolatosa! : )

Il cioccolato frullato e sciolto
Il cioccolato frullato e sciolto
L'avocado pronto per il frullatore
L’avocado pronto per il frullatore
La mousse finita
La mousse finita
E nella coppetta
E nella coppetta
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...