Meringhe nell’essiccatore – un’epifania

La mia lotta con le meringhe termina con l’ingresso in campo dell’essiccatore. Anni di cotture a forno aperto per cinque/sei ore di estenuanti attese per poi ottenere un chewingum giallastro. Ogni volta mi dicevo: basta, non le faccio più. E alla fine ci ricascavo. E così via.

Ma poi nella mia vita è entrato l’essiccatore. E con lui, la soddisfazione di aver sconfitto la meringa. Mai così bianca, dolce e croccante: sembra uscita da una pasticceria! ❤

Perle dosi mi sono tarata su quello che diceva mia mamma, ma ho verificato che le proporzioni sono le stesse indicate da GialloZafferano.

Ingredienti:
3 albumi (circa 100 g – meglio da pesare e utilizzare pari peso di zucchero semolato e pari peso di zucchero a velo) a temperatura ambiente
2 o 3 cucchiaini di limone
110 g zucchero semolato
110 g zucchero a velo
1 stecca di vaniglia
1 pizzico di sale

Io ho frullato i 110 g di zucchero con la stecca di vaniglia e il sale e iniziato a montare i bianchi nella planetaria con questo. Poi pian piano ho aggiunto il succo di limone e il restante zucchero semolato. Vista l’aggiunta di vaniglia, il tempo richiesto per far montare bene i bianchi è un po’ aumentato, ma dopo una decina di minuti di Fiammetta, il composto era lucido, gonfio e spumoso.

Ho infilato nella sac à poche e disegnato varie fogge di meringa su dei fogli di carta da forno sagomati per le dimensioni dell’essiccatore. Ho quindi sovrapposto i vari strati dell’essicatore e acceso il macchinario per 6 ore. Perfette!

image image image img_1021 img_1020 img_1019

Annunci

5 thoughts on “Meringhe nell’essiccatore – un’epifania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...