Brioche alla farina di castagne

Tempo addietro ho comprato la farina di castagne pensando di farne delle troffie, che a mia suocera fan schifo… e quale preparazione migliore, quindi! Però poi ho adocchiato una ricetta di brioche con la farina di castagne sulla Baita dei Dolci e mi son detta: epperò! Questo è un impiego interessante.. Peccato che la ricetta prevedesse il lievito di birra.

Allora ho cercato altre ricette con la pasta madre e trovato che una ragazza aveva sostituito ai 250 di farina forte + non ricordo quanti altri di farina debole, 150 di manitoba + 100 di castagne. Sicché mi son detta: allora basta mettere un etto di farina di castagne e procedere con la solita ricetta vincente!

Così ho fatto. Ho ripreso la collaudata ricetta Bimby, reperibile qui e l’ho così modificata:
100 gr pasta madre rinfrescata
80 gr zucchero semolato
100 gr latte intero fresco
1 cucchiaino di malto
1 uovo
100 gr farina 00
100 gr farina manitoba
70 gr farina di castagne
40 gr burro
1 baccello di vaniglia raschiato
1 presa di sale vanigliato

per pennellare: latte
per farcire: marmellata, cioccolato, crema o quel che piace

Ho sciolto la pasta madre nel latte con lo zucchero, la vaniglia raschiata dalla bacca e il malto. Quindi ho aggiunto l’uovo, il burro a tocchetti e le farine impastando con il Bimby a vel. spiga per qualche minuto. Infine ho incorporato il sale.

La ricetta originale prevedeva tempistiche diverse da quelle che ho utilizzato io, ma era venerdì sera e dovevo uscire… Capitemi: alla mia veneranda età se ti capita un evento mondano non c’è Jole che tenga.

Avrei potuto mettere l’impasto in frigo e farlo maturare piano, ma la verità era che l’indomani mi volevo scofanare le brioche a colazione, per cui non ho manco pensato all’eventualità di ritardarne la maturazione.

Ho lasciato lì solo un’ora (un tempo insufficiente per la Jole anche solo per rendersi conto che l’acqua bagna) e poi ripreso l’impasto stendendolo a formare le briochine che ho farcito NON coi soliti ravatti di casa (marmellata avanzata e secolare, scaglie di cioccolato dell’anteguerra), ma con dell’ottima crema Nocciolata…

image image

Ho chiuso i triangolini arrotolandoli dalla base e chiuso in forno spento a lievitare per una decina di ore. Quindi ho acceso il forno, spennellato e cotto a 180° per una ventina di minuti.

image image image image image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...